Malattie della pelle. La psoriasi e la vitamina D

 

Malattie della pelle. La psoriasi e la vitamina D. Recenti studi sembrano suggerire che nei pazienti affetti da psoriasi, in particolar modo nella variante “a placche”, sia più facilmente riscontrabile una carenza della  vitamina D. Questa preziosa vitamina può essere introdotta nel nostro corpo con l’alimentazione o essere prodotta dal nostro organismo attraverso l’esposizione al sole.

 

La psoriasi è una malattia cronica della pelle caratterizzata da chiazze rossastre e rotondeggianti sulle quali si formano “squame” di colore argenteo, dovute a un ricambio cellulare che nel paziente psoriasico è fino a dieci volte superiore rispetto al “turn over” normale.  Per questa patologia giocano un ruolo fondamentale trattamenti, abitudini e alimentazione così come le vitamine importanti per combatterne i principali sintomi. Nello specifico quando si parla di psoriasi solitamente si sente parlare della vitamina D e della sua importanza.

Per vitamina D si intende un gruppo costituito da 5 diverse vitamine: vitamina D1, D2, D3, D4 e D5. Le due più importanti forme sono la vitamina D2 (ergocalciferolo) e la vitamina D3 (colecalciferolo), entrambe dall'attività biologica molto simile a differenza che il primo è di provenienza vegetale mentre il secondo, derivante dal colesterolo, è sintetizzato negli organismi animali.

 

 

Perché questa vitamina è importante per chi ha la psoriasi?

I cheratinociti sono il tipo cellulare più abbondante nell'epidermide e nei suoi strati si svolgono le tappe del ciclo vitale degli stessi. Hanno principalmente una funzione protettiva da aggressioni di organismi patogeni, calore, radiazioni UV, perdita d'acqua e sono le uniche cellule che, grazie ai raggi ultravioletti B, sono in grado di sintetizzare la Vitamina D3 e sono essenziali per l'attivazione della risposta immunitaria specifica mediata dai linfociti. Durante la patologia psoriasica e relativa carenza di vitamina D  molte di queste cellule perdono la loro normale funzionalità e producono sostanze in grado di mediare una risposta “anomala” sia a livello immunitario che a livello di proliferazione dei cheratinociti comportando cambiamenti nel turn over epidermico.

 

 

Questa preziosa vitamina può essere introdotta nel nostro corpo con l’alimentazione o essere prodotta dal nostro organismo attraverso l’esposizione al sole. La vitamina D ottenuta dall'esposizione solare però è presente in una forma biologicamente non attiva e deve subire due reazioni chimiche per essere trasformata nella forma biologicamente attiva. I nostri stili di vita, ci portano a vivere gran parte del nostro tempo al chiuso per cui la maggior parte della popolazione presenta livelli di vitamina D non ottimali.  Per chi invece ha la possibilità di godersi delle belle giornate soleggiate sono sufficienti 40 minuti al giorno in maglietta e pantaloni corti d’estate per fare una scorta di vitamina D per tutto l’ inverno; i benefici non saranno pochi, infatti la vitamina D è un potente ormone modulatore che ha funzioni antitumorali, regola il sistema immunitario, aumenta i livelli di serotonina incidendo sull’umore generale e ha una funzione anti ipertensiva che abbassa il rischio di sviluppare malattie cardio vascolari.

La vitamina D è conosciuta inoltre perché è importante per la mineralizzazione delle ossa, occupandosi dell’assorbimento di calcio e fosforo è di rilevanza fondamentale per i bambini che devono sviluppare le ossa e per gli anziani che devono mantenere la salute dell’apparato scheletrico ma soprattutto per chi soffre di artrite psoriasica; per cui, quando si è in presenza di anomalie da vitamina D, occorre rivolgersi al proprio medico che indicherà il percorso migliore da seguire per evitare spiacevoli conseguenze per il nostro organismo.

Gli eccessi non sono mai salutari per cui è giusto precisare la differenza tra carenza e tossicità da vitamina D mettendo in evidenza le probabili conseguenze.

 

Carenza di Vitamina D

Recenti studi sembrano suggerire che nei pazienti affetti da psoriasi, in particolar modo nella variante “a placche”, sia più facilmente riscontrabile una carenza di questa vitamina. Le ragioni del deficit non sono chiare ma i dati sono in linea con precedenti analisi che avevano evidenziato bassi livelli di vitamina D in altre patologie dermatologiche immunomediate quali dermatite XXXXXX vitiligine e orticaria cronica.

 

Conseguenze

In condizioni d’ipovitaminosi D sono stati descritti quadri di miopatia (sindromi o malattie primitive del muscolo volontario)e di sarcopenia (perdita di massa muscolare) che si manifestano concretamente con difficoltà ad alzarsi dalla sedia, riduzione della forza muscolare, disturbi dell’equilibrio e conseguente aumento del rischio di cadute e quindi di fratture, specie in età senile.

In questo caso può aiutare integrare nella propria alimentazione alimenti ricchi di vitamina D quali:

uovo intero, sardina, aringa, latte e derivati, frattaglie, il succo d’arancia, olio di fegato di merluzzo, germe di grano, salmone, tonno e se possibile approfittare anche delle belle giornate per prendere un po’ di sole.

Cosi come non assumere sufficiente vitamina D può creare dei problemi , anche assimilarne in quantità eccessiva in seguito a somministrazione a scopo terapeutico può comportare spiacevoli conseguenze come:  frequente urinazione, perdita dell'appetito, nausea, vomito, diarrea, calcificazione dei tessuti soffici del cuore, ipertensione e nei bambini iperattività.

In merito alla tossicità da vitamina D va dunque specificato che:

  • quando si intraprende una terapia con gli integratori questi dovrebbero essere assunti con la massima attenzione e in accordo con il proprio medico;
  • l’ ipervitaminosi difficilmente ha cause riconducibili alla dieta;
  • sono improbabili casi di ipervitaminosi dovuta ad eccessiva esposizione ai raggi solari.

Fare controlli periodici per tenere sotto controllo i livelli di vitamina D si rivela sempre la scelta migliore perché così facendo si protegge sempre la propria salute. Il deficit di Vitamina D è una condizione comune nella popolazione italiana; occorre dunque, adottare un’ atteggiamento di prevenzione a tutela di se stessi per vivere sempre al meglio.

 

 

 

Tutti i nostri prodotti li trovate in vendita in tutte le farmacie e parafarmacie Italiane, Consigliamo per evitare che il farmacista non trovi il prodotto nel sistema.

Ordinatelo con il nome giusto e il codice univoco MINSAN rilasciato dal portale del Ministero della salute, che alleghiamo con i nome, e codici che hanno nel sistema tutte le farmacie

Crema psoriasi   75ml codice MINSAN 973.362.597              Crema psoriasi 150ml codice MINSAN 973.362.609

Crema psoriasi 400ml codice MINSAN 973.362.647              Detergente 150ml       codice MINSAN 973.362.650                                                     

Fluid Scalp 125ml        codice MINSAN 973.362.611

Shampoo 150ml          codice MINSAN 973.362.635                    

dermatite 50ml            codice MINSAN 973.362.623

 

 

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica; si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di Psotherapy è necessario contattare il proprio medico. Legg il disclaimer

 

** "disclaimer"

Poiché su ogni persona qualsiasi trattamento può determinare risultati differenti, quelli mostrati nelle immagini, le testimonianze pubblicate e i test in vitro, rendono verosimile, ma non certo, il conseguimento di tali risultati a chi fa uso dei prodotti Psotherapy™.”)

 

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
Skincare Developments Ireland Ltd, First Floor 9 Exchange Place I.F.S.D01IC. N4X6 Dublin 1, IRELAND VAT Number: IE 3480553FH (** “Poiché su ogni persona qualsiasi trattamento può determinare risultati differenti, quelli mostrati nelle immagini, le testimonianze pubblicate e i test in vitro, rendono verosimile, ma non certo, il conseguimento di tali risultati a chi fa uso dei prodotti Psotherapy™.”disconoscimento)