La psoriasi e il fumo

 

La psoriasi e il fumo. I fumatori dovrebbero essere informati sul rischio di poter sviluppare psoriasi  se  hanno storia familiare di tale malattia, coloro che soffrono psoriasi dovrebbero smettere di fumare per evitare l’aggravamento della malattia.

 

 

Diversi studi epidemiologici hanno dimostrato una marcata associazione tra psoriasi e fumo, nello sviluppo di questa malattia infiammatoria cronica della pelle, giocano infatti un ruolo sia fattori genetici che fattori ambientali. Fra questi ultimi un peso notevole è da attribuire a consumo di alcol e tabacco, obesità, infezioni, eventi stressanti.

L’ulteriore conferma di questa associazione arriva da un recentissimo studio presentato sulle pagine dell’American Journal of Epidemiology .

 

La ricerca ha analizzato la relazione tra fumo e psoriasi coinvolgendo un’ampia popolazione di individui, uomini e donne e ha nuovamente sottolineato che il fumo accresce notevolmente il rischio di sviluppare la psoriasi e che il numero di sigarette fumate è direttamente proporzionale all’aumento del rischio.

 

Inoltre è stato rilevato che, una volta smesso di fumare, bisogna attendere ben 20 anni perché il rischio di sviluppare la psoriasi di un ex-fumatore sia paragonabile a quello di qualsiasi altro individuo.

 

Non solo, anche coloro che già soffrono di psoriasi possono vedere la propria condizione peggiorare con il fumo, sperimentando una sintomatologia più invalidante, una minore risposta ai trattamenti, ricadute più frequenti e coinvolgimento articolare. La sigaretta sembra infatti in grado di innescare una “cascata” di di citochine e di chemochine, proteine che svolgono un ruolo fondamentale nella regolazione del sistema immunitario e nell’attivazione dei processi infiammatori.

 

Il fumo di tabacco (sigaretta, sigaro e affini) è in effetti un aerosol e l’acqua di cui sono composte le goccioline contiene numerosissime sostanze, molte delle quali tossiche per l’uomo. Fra le sostanze tossiche basti ricordare la nicotina, il benzopirene e altri idrocarburi policiclici, il polonio 210, il nickel, il cadmio, l’arsenico e il piombo.

La “parte gassosa”, poi, contiene anche monossido di carbonio, acetaldeide, acetone, metanolo, ossidi d’azoto, nitrosamine, vinil cloruro, ammoniaca, acroleina, benzene, formaldeide…

 

Il fumo, come ormai è noto, non è responsabile soltanto della comparsa e esacerbazione della psoriasi ma è la causa di altre gravissime malattie, prima fra tutte il cancro. Si stima che il 91% delle morti causate dal cancro al polmone siano da imputare al fumo di sigaretta, gli idrocarburi policiclici aromatici contenuti nel “catrame” e il polonio 210 sembrano infatti essere i principali responsabili dello sviluppo dei tumori polmonari.

 

Ma perché è così difficile smettere di fumare?

 

L’utilizzo del tabacco è principalmente motivato dal bisogno compulsivo di nicotina da parte dell’individuo che ne è dipendente, il fumo quindi può essere considerato a tutti gli effetti una droga. Infatti dei fumatori, il 70% vorrebbe smettere di fumare ed il 46% prova di smettere almeno una volta all’anno. La percentuale di coloro che smettono di fumare “spontaneamente” è dell’uno per cento; percentuale che aumenta al 3% per semplici suggerimenti del medico curante.

I fumatori dovrebbero essere informati sul rischio di poter sviluppare la psoriasi se hanno storia familiare di tale malattia e coloro che soffrono di psoriasi dovrebbero smettere di fumare per evitare l’aggravamento delle manifestazioni e per limitare il rischio di disturbi cardiovascolari.

 

 

Fonte: Li W, Han J, Choi HK, Qureshi AA. Smoking and Risk of Incident Psoriasis Among Women and Men in the United States: A Combined Analysis. Am. J. Epidemiol.(2012) 175 (5): 402-413.

 

 

Conferma del test ospedali         I nostri test         Immagini di prima e dopo         Testimonianze          Indicazioni per il corretto utilizzo            Prezzi

 

Tutti i nostri prodotti li trovate in vendita in tutte le farmacie e parafarmacie Italiane, Consigliamo per evitare che il farmacista non trovi il prodotto nel sistema.

Ordinatelo con il nome giusto e il codice univoco MINSAN rilasciato dal portale del Ministero della salute, che alleghiamo con i nome, e codici che hanno nel sistema tutte le farmacie

Crema psoriasi   75ml codice MINSAN 973.362.597              Crema psoriasi 150ml codice MINSAN 973.362.609

Crema psoriasi 400ml codice MINSAN 973.362.647              Detergente 150ml       codice MINSAN 973.362.650                                                     

Fluid Scalp 125ml        codice MINSAN 973.362.611

Shampoo 150ml          codice MINSAN 973.362.635                    

dermatite 50ml            codice MINSAN 973.362.623

 

 

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica; si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di Psotherapy è necessario contattare il proprio medico. Legg il disclaimer

 

** "disclaimer"

Poiché su ogni persona qualsiasi trattamento può determinare risultati differenti, quelli mostrati nelle immagini, le testimonianze pubblicate e i test in vitro, rendono verosimile, ma non certo, il conseguimento di tali risultati a chi fa uso dei prodotti Psotherapy™.”)

 

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
Skincare Developments Ireland Ltd, First Floor 9 Exchange Place I.F.S.D01IC. N4X6 Dublin 1, IRELAND VAT Number: IE 3480553FH (** “Poiché su ogni persona qualsiasi trattamento può determinare risultati differenti, quelli mostrati nelle immagini, le testimonianze pubblicate e i test in vitro, rendono verosimile, ma non certo, il conseguimento di tali risultati a chi fa uso dei prodotti Psotherapy™.”disconoscimento)